Ultime notizie

Scuola Tennis 2017/2018

Come ogni anno avrà inizio questo mese l'attività della nostra scuola tennis, per qualunque info [ ... ]

FINALI X° torneo 2017

AVVISO IMPORTANTE IL NOSTRO TORNEO DI 3^ E 4^ CATEGORIA ATTUALMENTE IN CORSO TERMINERA' IL GIORNO  [ ... ]

Regolarizzazione quote 2017

Cari Soci, per coloro che non hanno ancora provveduto, si ricorda ai soci che è necessario saldare [ ... ]

Tennis in Carrozzina

  Martedì 11 agosto alle ore 19,00 presso i Campi da tennis del TC Dolia ci sarà una partita-esib [ ... ]

Statuto

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE COME DA DECRETO LEGISLATIVO 4 DICEMBRE 1997 N. 460

CAPO I
COSTITUZIONE - AFFILIAZIONE – RICONOSCIMENT
O

Articolo 1 – Costituzione

1. E’ costituita una Associazione sportiva sotto la denominazione Tennis Club Dolia che nel prosieguo del presente statuto è indicata con il termine “associazione”. I colori Sociali sono rosso e azzurro.

Articolo 2 – Sede

1. L’associazione ha sede nell’abitazione del Presidente in carica.
2. Qualora l’Associazione disporrà di una propria struttura la sede Sociale verrà trasferita.

Articolo 3 – Scopi

1. L’Associazione è senza fine di lucro, senza discriminazioni di carattere politico, di religione o di razza.
2. L’Associazione ha come finalità precipua la pratica agonistica del tennis a carattere dilettantistico sul territorio dello Stato Italiano attraverso:

a) la partecipazione, con propri tesserati, ad almeno un Campionato nazionale individuale od a squadre;
b) la partecipazione, con propri tesserati, ad almeno un torneo debitamente autorizzato.

3. L’Associazione si impegna a svolgere almeno una delle attività agonistiche sopra indicate entro il 31 ottobre di ciascun anno.
4. L’Associazione ha, inoltre, tra le sue finalità, l’organizzazione di attività sportive, sociali, culturali e ricreative.

Articolo 4 – Durata

1. La durata dell’Associazione è illimitata

Articolo 5 – Affiliazione alla F.I.T.

1. L’Associazione è affiliata alla Federazione Italiana Tennis (F.I.T.), della quale esplicitamente, per sé e per i suoi associati, ed atleti aggregati, osserva e fa osservare statuto, regolamenti e quanto deliberato dai competenti organi federali, nonché la normativa del C.O.N.I..
2. L’Associazione si impegna, inoltre, ad adempiere gli obblighi di carattere economico, secondo le norme e le deliberazioni federali, nei confronti della F.I.T. e degli altri affiliati, ed a provvedere al pagamento di quanto ancora dovuto alla F.I.T. ed agli altri affiliati, oltre che nel caso di scioglimento, anche in ogni caso di cessazione di appartenenza alla F.I.T.
3. I componenti del Consiglio di Amministrazione, in carica al momento della cessazione di appartenenza alla F.I.T. , sono personalmente e solidamente tenuti al pagamento di quanto ancora dovuto alla F.I.T. ed agli altri affiliati.

Articolo 6 – Riconoscimento di Associazione Sportiva

1. L’Associazione è riconosciuta, ai fini sportivi, con deliberazione del Consiglio Federale della F.I.T., per delega del Consiglio Nazionale del C.O.N.I.
2. Si obbliga a mantenere le caratteristiche idonee al riconoscimento ai fini sportivi e ad apportare al presente Statuto le modificazioni che vengano imposte dalla legge o richieste dalla F.I.T.

CAPO II
ORGANI SOCIALI

Articolo 7 – Organi sociali

1. Gli organi sociali sono:

a) l’assemblea;
b) il Presidente;
c) il Consiglio di Amministrazione;
d) il Collegio Sindacale.

2. Tutte le cariche sociali sono conferite ed accettate a titolo gratuito ed attribuiscono soltanto il diritto al rimborso delle spese effettivamente sostenute per conto e nell’interesse dell’Associazione.

Articolo 8 – Assemblea

1. L’assemblea degli Associati, è sovrana; è convocata in seduta ordinaria o straordinaria, dal Consiglio di Amministrazione, con avviso inviato agli aventi diritto almeno quindici giorni prima della data della riunione, nonché mediante affissione nel medesimo termine, dell’avviso predetto presso la sede sociale.
2. L’avviso deve contenere la sede, la data, l’ora e l’elenco delle materie da trattare, sia per la prima che per la seconda convocazione dell’Assemblea.
3. L’assemblea in seduta ordinaria è convocata entro il quarto mese di ciascun anno.
4. La convocazione dell’Assemblea può avvenire in qualsiasi momento, ad iniziativa del Consiglio di Amministrazione, del Collegio Sindacale se previsto, o su richiesta motivata di almeno un terzo degli associati aventi diritto.

Articolo 9 – Partecipazione all’Assemblea

1. Hanno diritto di partecipare all’Assemblea, con diritto di voto, gli associati in regola con il pagamento dei contributi associativi

Articolo 10 – Costituzione dell’Assemblea

1. L’assemblea in seduta ordinaria è validamente costituita:

a) in prima convocazione, con la presenza di almeno la metà degli associati aventi diritto al voto;
b) in seconda convocazione, qualunque sia il numero degli associati presenti, aventi diritto al voto.

2. L’assemblea in seduta straordinaria è validamente costituita:

a) in prima convocazione, con la presenza di almeno due terzi degli associati aventi diritto al voto;
b) in seconda convocazione con la presenza di almeno la metà degli associati aventi diritto al voto.


Articolo 11 – Attribuzioni dell’Assemblea

1. Sono compiti dell’assemblea in seduta ordinaria:

a) approvare la relazione del Consiglio di Amministrazione sull’attività dell’anno trascorso;
b) eleggere, con votazioni separate e successive, prima il Presidente, poi i componenti del Consiglio di Amministrazione, nonché il Collegio Sindacale;
c) approvare il rendiconto preventivo e quello consuntivo;
d) approvare i programmi dell’attività da svolgere;
e) decidere su tutte le questioni che il Consiglio di Amministrazione ritiene opportuno di sottoporre e su quelle proposte dagli associati;
f) prendere atto in caso di dimissioni di un membro del Consiglio di Amministrazione;
g) prevedere la surroga del consigliere di amministrazione dimissionario.

2. Sono compiti dell’assemblea in seduta straordinaria:

a) deliberare le modificazioni statutarie;
b) deliberare lo scioglimento dell’Associazione e nominare i liquidatori.

3. Le proposte degli associati devono essere comunicate al Consiglio di Amministrazione in tempo utile per essere inserite nell’ordine del giorno nell’avviso di convocazione dell’Assemblea.

Articolo 12 – Approvazione delle deliberazioni assembleari.

1. Le deliberazioni dell’Assemblea in seduta ordinaria, sia in prima sia in seconda convocazione, devono essere approvate con il voto favorevole della metà più uno dei voti espressi (esclusi gli astenuti)
2. Le deliberazioni dell’Assemblea in seduta straordinaria devono essere approvate;

a) in prima convocazione, con il voto favorevole di almeno la metà più uno di tutti gli associati aventi diritto al voto;
b) in seconda convocazione, con il voto favorevole di oltre un terzo di tutti gli associati aventi diritto al voto.

3. I verbali assembleari sono conservati a cura del Presidente dell’Associazione, previa affissione nei locali dell’Associazione medesima, e sono comunque liberamente consultabili da parte di tutti gli aventi diritto a partecipare all’assemblea.

Articolo 13 – Eleggibilità – Incompatibilità

1. Alle cariche associative possono essere eletti soltanto gli associati;
2. I componenti del Collegio Sindacale non possono rivestire altre cariche associative;
3. Tutti gli incarichi sono a titolo gratuito ed hanno la durata di 2 (due) anni.
4. Le cariche e gli incarichi sono riconfermabili.

Articolo 14 – Consiglio di Amministrazione

1. Il Consiglio di Amministrazione è composto di 5 consiglieri compreso il Presidente.
2. Il Consiglio di Amministrazione elegge nel suo seno il Vicepresidente – il segretario-cassiere.
3. Il Consiglio di Amministrazione si riunisce almeno due volte all’anno, su convocazione del Presidente; può riunirsi in seduta straordinaria ogni qualvolta il Presidente lo ritenga opportuno o ne faccia richiesta almeno un terzo dei Consiglieri.

Articolo 15 – Attribuzioni del Consiglio di Amministrazione

1. Al Consiglio di Amministrazione sono devolute tutte le attribuzioni relative all’organizzazione ed alla gestione amministrativa e tecnica dell’Associazione.
2. Tra l’altro il Consiglio di Amministrazione;

a) predispone il rendiconto preventivo e quello consuntivo da sottoporre all’Assemblea, la relazione sull’attività associativa ed i programmi dell’attività da svolgere;
b) determina l’ammontare dei contributi degli associati;
c) stabilisce la data e l’ordine del giorno dell’Assemblea;
d) esegue le deliberazioni dell’Assemblea;
e) emana i regolamenti interni e di attuazione del presente statuto per l’organizzazione dell’attività associativa;
f) approva i programmi tecnici ed organizzativi dell’Associazione;
g) amministra il patrimonio associativo, gestisce e decide di tutte le questioni associative che non siano di competenza dell’Assemblea;
h) delibera i provvedimenti di ammissione e di radiazione degli associati.

Articolo 16 – Il Presidente

1. Il Presidente ha la rappresentanza legale dell’Associazione, la firma degli atti e dei provvedimenti con potestà di delega, coordina l’attività per il regolare funzionamento dell’Associazione.

Articolo 17 – Il Vicepresidente

1. Il Vicepresidente sostituisce il Presidente in caso di sua assenza o di legittimo impedimento, esercitandone le funzioni.

Articolo 18 – Il Segretario-Cassiere

1. Il Segretario dà esecuzione alle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione, redige il verbale delle riunioni del Consiglio medesimo, si incarica dell’esazione delle entrate, della tenuta e dell’aggiornamento del libro degli associati, adempie a tutte le mansioni di segreteria.

Articolo 19 – Collegio Sindacale

1. Il collegio sindacale è composto da tre membri effettivi eletti dall’Assemblea tra gli associati che siano in possesso di idonei requisiti morali e professionali, devono, altresì, essere eletti due sindaci supplenti.
2. I sindaci durano in carica 2 (due) anni ed hanno diritto di partecipare alle riunioni del Consiglio di Amministrazione.
3. Il collegio sindacale:

a) ha il controllo della gestione contabile dell’Associazione e presenta una relazione sui controlli effettuati;
b) esplica le proprie funzioni in conformità delle norme del Codice Civile in quanto applicabili;
c) deve comunicare per iscritto al Consiglio di Amministrazione, per i necessari provvedimenti, le irregolarità rilevate.


CAPO III
ASSOCIATI

Articolo 20 – Associati – Atleti aggregati

1. L’associazione è composta dagli associati ai quali sono riconosciuti uguali diritti e doveri nell’ambito delle disposizioni del presente statuto.
2. Può essere prevista la categoria di aggregati composta da atleti che svolgono esclusivamente attività agonistica a favore dell’associazione; essi devono essere in possesso di tessera agonistica federale e possono partecipare solo a tale tipo di attività.

Search offcanvas